Sputtanopoli al tempo dei coming out

Wolfbreak 30 Settembre, 2020

Dicono tanto che non conti l’apparenza, ma la sostanza. Invece è esattamente il contrario. Garko con il suo coming out, ce l’hanno praticamente trascinato…Ora tocca a Morra. Le insinuazioni adesso sono sulla sua di eterosessualità. E allora ecco che nei vari salotti tv, donne e uomini (soprattutto gay e la cosa è ancora più grave visto che denota la totale mancanza di empatia), devono insinuare il fatto che anche Massimiliano non sia etero e che paghi addirittura la fidanzata per fingere di esserlo. Trincerandosi dietro la scusa che dovrebbero sentirsi tutti liberi di esprimere le loro preferenze sessuali, stanno invece scatenando una sorta di caccia alle streghe, volendo stanare quelli che per loro ragioni personalissime e quindi rispettabilissime, se sono gay, non vogliono dirlo e dovrebbero avere il diritto di farlo. Per lo stesso motivo non abbiamo apprezzato e qui sappiamo di andare in controtendenza e apparire  scorretti, la copertina di Vanity Fair con la Incontrada nuda. Intendiamoci. Sappiamo perchè Vanessa lo ha fatto e le sue buonissime intenzioni. Ma ancora una volta secondo noi, alla fine il messaggio che passa non è quello giusto. Vanessa ha sofferto molto. Dopo la nascita del figlio quando non è più stata una taglia 38, sono cominciati gli attacchi feroci di un impietoso pubblico, soprattutto web. Alle belle non si perdona il chilo di troppo. Lei ha combattuto una seria battaglia e per noi l’ha già vinta. Ma come al solito per la copertina devi per forza esporti. Totalmente e brutalmente. Lei nuda è bella anche con qualche ( ma veramente pochi in realtà), chilo di troppo. Certo che lo è.  E non dovrebbe farsi fotografare senza vestiti per dimostrarlo. Anche se avesse posato vestita, il suo messaggio sarebbe comunque stato efficace. Ma la dura legge della tv, così come dei media in genere, è che se vuoi comunicare qualcosa devi per forza metterti a nudo. Che si parli di vestiti o di sentimenti. Non solo. Devi farlo come e quando lo decidono gli altri. Vanessa non volendo, perchè lo ribadiamo, sappiamo quanto siano autentici sia il suo dolore che la sua battaglia,  ha fatto passare il messaggio che comunque devi essere o sentirti ‘figa’. Non si scappa da li.  Saremo anche nel 2020, quasi 21, ma le ‘streghe’ le mandano ancora al rogo.

COMMENTI

SEGUICI