Sarà un Bianco Natale o tinto ancora di rosso?

Wolfbreak 18 Novembre, 2020

Italia sempre più zona rossa e così Il pensiero va al   Natale 2020: non solo per come lo si passerà (da soli? Solo con parenti di primo grado? Gli amici saranno ammessi?), ma anche a livello professionale. Sono previste delle riaperture? Si potrà tornare a mangiare al ristorante, magari di sera, o anche di giorno in quei territori come la Lombardia ormai diventati cintura nera di lockdown? Al momento i bar e le pasticcerie e in generale i negozi, restano aperti fino alle ore 18 solo in Lazio, Molise, Veneto, Sardegna e Provincia di Trento. Se anche queste attività dovessero chiudere e l’Italia diventasse tutta zona rossa, il Natale 2020 sarebbe ricordato negli annali come uno dei più tristi periodi per il sistema economico, viste le ingenti stime relative alle perdite che andrebbero a crearsi. Ma tutti ora guardano con ottimismo  a quell’indice  Rt  più gettonato di un titolo di borsa, con la speranza che possa scendere a 1 in tutta Italia, in modo da allentare le restrizioni, organizzare un piano di riaperture e togliere il coprifuoco serale e notturno. La curva dei contagi sta scendendo, su questo almeno sembrano rassicurare gli esperti,  pur continuando a predicare cautela e prudenza nei comportamenti. Se si può parlare di buone notizie , pare infatti sia merito solo delle misure restrittive adottate in tutto il Paese, ma se il trend dovesse continuare a essere discendente, i prossimi 7 giorni saranno  decisivi in quest’ottica, allora lo shopping natalizio si potrebbe ancora salvare. I negozi potrebbero riaprire e lo stesso potrebbero fare anche i locali (bar e ristoranti) nelle zone rosse, sebbene è possibile che resti l’obbligo di chiusura alle ore 18. Fatta eccezione, forse, proprio per i giorni festivi, in cui però subentreranno regole molto rigide da rispettare. Il Ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia, predica prudenza e afferma che sia ancora presto per fare previsioni certe, sebbene l’intenzione dichiarata sia proprio quella di aprire tutto in tempo per la stagione natalizia. Questo però, ed è stato ribadito con forza, dipenderà solo dai cittadini e dai protocolli di sicurezza che tutti dovremo continuare ad adottare senza abbassare la guardia. Un sacrificio accettabile perché questo Natale, da rosso, possa tornare ad essere come da tradizione … Bianco.

COMMENTI

SEGUICI