Sanremo: Fiorello scende in campo in difesa di Carlo Conti

Wolfbreak 30 Gennaio, 2017

Sanremo. Ogni anno siamo sempre alle solite. Ogni anno si ripetono gli stessi copioni. Ogni anno. Quando il festival di Sanremo si stà accingendo ad aprire le proprie porte all’esibizione di cantanti nostrani, esplodono polveroni di ogni tipo e provenienti da ogni direzione. Tutto strumento? Il festival di Sanremo forse ha bisogno anche di questo, perchè si sà, la Tv che non divide non piace, la Tv che non riesce nell’intento di spaccare in due il pubblico ha poco appeal.

Allora il gossip di corridoio misto alla polemica in stile salotto ed opinionismo porta più risultato, almeno in termine di buzz, per Sanremo. 

Cosi accade anche per Sanremo 2017 e le polemiche continuano a travolgere Carlo Conti per le voci sul presunto cachet percepito per la conduzione del festival. 

Nonostante la Rai abbia precisato che nessun extra sia stato dato al direttore artistico della kermesse e che il suo compenso rientra nel contratto, tantissimi sono gli utenti che si stanno riversando sulla pagina Facebook del conduttore per rivolgergli insulti e parole di sdegno.

 A intervenire sulla questione per difendere Conti dalla baraonda mediatica, amplificata dal terremoto che è tornato a colpire il Centro Italia, è stato Fiorello che poche ore fa ha pubblicato un video per commentare la questione, definendo “rosiconi” gli haters.

“Non sanno di Carlo Conti quando stava senza una lira, nessuno diceva: ‘C’è uno in Toscana che lotta per emergere’. Nessuno lo diceva quando si sbracciava, nella legalità e senza mai chiedere un soldo a nessuno. Carlo è mio amico e se faccio questo sfogo è per difendere chi ce l’ha fatta perché non si può lavorare gratis” ha detto lo showman che ha sprecato una parola anche nei confronti di Maria De Filippi, sul palco dell’Ariston senza percepire compenso.

“Secondo voi, perché la De Filippi non si è fatta pagare? Per evitare questa rottura di coglio*i. E non è giusto lavorare gratis” ha concluso.

COMMENTI

SEGUICI