Non ce n’è Coviddi ma nemmeno buon senso

Wolfbreak 9 Novembre, 2020

Della serie i nuovi mostri… Non bastava il fatto che fosse diventata un’ influencer da 172 mila follower su Instagram, che fosse andata ospite dei programmi di Barbara D’Urso no… Adesso Angela da Mondello ha perso completamente la testa e vuole fare  anche la popstar: Angela Chianello, la signora di Mondello diventata famosa per la frase “Non ce n’è Coviddi” pronunciata durante un’intervista a Canale 5 la scorsa estate, continua a far parlare di sè e questa volta ci ha preso gusto perché ha capito che probabilmente da una gaffe clamorosa è nata  la sua fortuna. Ma questa volta, il disco ha scatenato una serie di, anche legittime fatecelo dire, polemiche. Al centro della bufera è finita la canzone “Non ce n’è, non ce n’è”: ovvero il primo videoclip che la signora Angela ha registrato in questi giorni proprio a Mondello, la spiaggia di Palermo da dove partì la sua quantomeno discutibile popolarità e che uscirà domani, martedì 10 novembre su YouTube. Domenica scorsa alle 7.30, una ventina di persone (senza mascherina, nè distanziamento) si è data appuntamento a due passi dal Baretto per girare il video con la signora palermitana e il filmato è diventato virale in poco tempo. Angela vestita di pailettes canta e balla al ritmo delle frasi tormentone che l’hanno resa celebre: “Non c’è n’è” (riferita al Covid) e ancora “Buongiorno da Mondello”. Una “canzone” dallo spiccato ritmo dance, facile facile, e che  ahi noi, rischia pure di diventare il tormentone dell’inverno. Sul suo profilo Instagram Angela come una vera star è in limousine con la sua troupe. Ringrazia Barbara (D’Urso?) e Lele Mora, il suo agente che la sta aiutando nella scalata al successo. E sui social piovono insulti anche molto pesanti:  «Ti auguro di cantare questa canzone su un letto in terapia intensiva con un casco per respirare, non penso ci riuscirai». O ancora: «Maledetta vergognati», «Fai ironia su migliaia di morti», «Io non devo uscire per tutelare personaggi come questo?», «Questa cretina non rappresenta i palermitani». Lei di tutta risposta, invece di andare a piangere in bagno come avremmo fatto noi probabilmente, ormai regge alla grande lo stress da popolarità, tanto che impermeabile ad ogni insulto  replica: «Grazie a tutti i miei fan, a chi mi ama ma anche a chi non mi ama. Io continuerò così». Insomma il potere della popolarità… E forse quello di pochi o tanti soldi facili, ci consegna un nuovo terribile mostro, come se se ne sentisse la mancanza…

COMMENTI

SEGUICI