Morgan non sapeva di essere a Sanremo…e sul monopattino

Wolfbreak Febbraio 8, 2020

Morgan sapeva di essere a Sanremo esattamente come in queste foto e video sapeva di essere sul monopattino.

La mancanza di rispetto giunge anzitutto dall’artista che decide di regolare conti per fatti personali, probabilmente in sospeso, con il partner musicale Bugo. E lo fa direttamente dal palco dell’Ariston Morgan, come se la platea d’innanzi e il pubblico a casa fossero giurati a sua disposizione.

Purtroppo non è la prima volta che assistiamo ad un soggetto oramai fuori controllo, privo di qualsiasi senso di appartenenza reale al contesto in cui vive e risiede come se il suo senso iconico, quello che lui ritiene di essere e avere, sia giudice assoluto sulle masse che per lui sono stereotipate. Un talentuoso anarchico che ha buttato nelle fogne le molteplici occasioni che gli sono state concesse, quasi volesse inconsciamente arrivare, come ogni poeta dannato, alla sua totale autodistruzione.

Prima fu Xfactor dove sbattè la porta, poi Maria De Filippi ed il talent Amici in seguito, altre opportunità seguirono ed in ultimo ieri Sanremo che sembra essere il capolinea del fondo.

Ma cosa è successo ieri sera?

Colpo di scena a notte fonda. Bugo Morgan, in gara con il brano Sincero, sono stati squalificati, sono fuori dal festival. Una sorpresa che arriva sul finire della lunga quarta serata filata liscia, come le altre, fino a quel momento. I due, come da scaletta, vengono annunciati da Amadeus. Morgan entra in scena seguìto da Bugo. Il direttore d’orchestra dà l’avvio all’esecuzione, e Morgan inizia a cantare Sincero. Il fatto è che il testo non è quello che abbiamo ascoltato nell’esibizione precedente: Morgan lo legge da un tablet che ha piazzato sopra le tastiere. Canta un testo nuovo in cui fa riferimento alle “brutte intenzioni, le maleducazioni”, a “la brutta figura di ieri sera”, “la tua ingratitudine la tua arroganza”. E ancora, canta Morgan, “fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa”, “cerco di fornire una forma d’arte”, “rispetta questo palco e rispetta chi ti ci ha portato”.

L’artista legge con attenzione, canta leggermente fuori tempo queste e altre frasi che certamente fanno riferimento all’esibizione della sera precedente, caotica e legata a forti polemiche, con Morgan che aveva minacciato di non esibirsi se la direzione artistica del Festival e l’orchestra non fosse andata incontro a una serie di sue richieste. Sta di fatto che, letti quei passaggi, sembra di capire che Morgan ce l’ha con Bugo, o quantomeno Buga pensa che Morgan ce l’abbia con lui, e così lascia il palco e se ne va. Morgan resta solo in scena, la musica si interrompe, l’artista si guarda intorno.

Entra in scena Amadeus che dopo due battute si dirige verso le quinte, intanto arriva in soccorso Fiorello che intrattiene il pubblico, vicino a lui anche Antonella Clerici. “Molliamo tutto anche noi – dice lo showman – decidiamo chi vince stasera e chiudiamola qui”. E se Bugo non si trova, nel frattempo è scomparso anche Morgan. The show must go on. Viene chiamata in scena, come da scaletta, Rita Pavone che presenta il suo brano Niente (Resilienza 74) e al termine il conduttore torna sul palco. Per annunciare che i due sono “di sopra, nei camerini”, e non torneranno in scena. “Trattasi di defezione – spiega Amadeus – e in base al regolamento Bugo e Morgan sono squalificati. Mi dispiace molto, li avevo voluti io, il loro brano mi piaceva e avevo ritenuto che meritasse di essere in gara”.

COMMENTI

SEGUICI