Marco Mazzocchi: “credo che il calcio debba fermarsi”

Wolfbreak 25 Aprile, 2020

Un tema che resta caldo, in mezzo a mille serissimi problemi. Il calcio di serie A, che si ostina tenacemente a non cedere, a cercare date sempre più improponibili per essere accettabili, chiuderà questa stagione o cercherà di concludere in piena estate il campionato? Marco Mazzocchi, giornalista, vice direttore di RaiSport, reduce dall’esperienza a Pechino Express, ieri in diretta Instagram con WolfBreak Official ha fatto un’analisi chiara, lucida, seria sull’argomento .

“Sono un uomo di sport e un tifoso, ma credo che il calcio debba fermarsi. Per una serie infinita di ragioni. Prima di tutto perché per quanto sia un’industria e muova tanti interessi, non è vero che la sua incidenza sull’economia italiana sia rilevante al punto da giustificare tutti i rischi che comporterebbe riportare in campo la serie A. Invece che investire tempo ed energie per questa cosa, sarebbe molto meglio concentrarsi sulla possibilità di far ripartire il turismo per l’estate. Quello si è un motore vero del paese e sarebbe fondamentale si rimettesse in marcia, sia per tutti gli operatori interessati, sia per la gente. Perché parliamoci chiaro, anche ammesso che si giocasse, certo non ci sarebbe posto per le persone negli stadi. Il massimo che avrebbero i tifosi, sarebbe quell’ora e quarantacinque in tv. Quindi non si dica che lo si vuole fare per ridare una parvenza di normalità ai supporters. Sbagliato poi secondo me, è lasciare che decidano di questo, FIGC, CONI o ministro dello Sport. Tutte persone che hanno la mia stima, sono anche miei amici, ma in questo frangente, solo l’Istituto Superiore della Sanità e l’ambiente medico può dire davvero se la cosa sia affrontabile o meno. Ma poi, problema minore magari, ma vi assicuro non così marginale. Con che spirito e con che condizione atletica potrebbero tornare in campo i giocatori? Sono fermi da due mesi e si allenano come possono a casa loro, senza una guida vera. Atleticamente è quasi impossibile che siano in condizione. Senza contare lo stress a cui verrebbe sottoposto il loro fisico giocando tra giugno ed agosto a 35 gradi tre volte la settimana magari…Non scherziamo dai”. Un’ultima battuta sui progetti futuri. Dopo il successo di Pechino Express, la coppia Mazzocchi – Max Giusti potrebbe tornare si in ‘campo’. “ Stiamo pensando di fare qualcosa insieme. Ancora non possiamo rivelare cosa, ma i ‘Gladiatori’, li rivedrete”.

COMMENTI

SEGUICI