Lapo Elkan visita il cantiere del suo nuovo Garage Italia Customs

Wolfbreak 7 Aprile, 2017

Lapo Elkan in visita presso il cantiere del suo nuovo autosalone, che non tratterà solo di auto. Carlo Cracco infatti, aprirà un ristorante in società con Lapo Elkann e Garage Italia Customs nell’ex stazione di servizio Agip a Milano.

Cucina e motori: ecco il binomio innovativo di Carlo Cracco e Lapo Elkan, che si lanciano nell’apertura di un nuovo garage – ristorante. Nel 2015 è stato presentato il progetto di restauro e riqualificazione architettonica dell’ex stazione di servizio Agip di piazzale Accursio a Milano, scelta dall’imprenditore creativo e presidente di Italia Independent Group come sede per Garage Italia Customs.

L’edificio da qui a poco riprenderà a vivere e lo farà con lo stile di due pezzi da 90. Commissionato nel 1952 all’architetto Mario Bacciocchi, la stazione Agip di piazzale Accursio viene ricordata come un tempio dell’automobile durante il boom economico del periodo, poi inspiegabilmente caduta in disuso. Ora, potrà tornare sulla cresta dell’onda, unendo sotto lo stesso tetto talenti dell’automobile come Garage Italia Customs, Lapo Elkan e lo chef stellato Carlo Cracco.

Mentre il rampollo di casa Agnelli attraverso Garage Italia Customs offrirà un servizio di personalizzazione di qualsiasi veicolo (dall’auto all’elicottero), il prestigioso chef stellato Carlo Cracco, dopo l’abbandono della cucina di Masterchef, si prenderà cura dell’aspetto culinario. Seguendo il tema architettonico, sembra che l’intenzione sia quella di allineare anche i piatti alla cucina futuristica.

Ma non è tutto. Garage Italia Customs non sarà un posto per soli ricchi, ma piuttosto un ritrovo democratico dove qualsiasi tipo di tasca sarà benvenuta, nella parte motori come in quella del ristorante. Cracco si dice entusiasta di buttarsi in questa nuova sfida: “Mi sono innamorato fin da subito di questo progetto: il binomio motori e cucina è straordinario e assolutamente attuale. Nel mondo delle auto infatti c’è oggi sempre una maggiore ricerca dell’eccellenza, un’attenzione alle esigenze e alle richieste del cliente, al tailor made, all’assoluta qualità della materia prima. Così come avviene nella cucina“.

COMMENTI

SEGUICI