La vita di Francesco Totti diventa una serie Netflix

Wolfbreak 20 Luglio, 2020

La vita di Francesco Totti per molti versi è già stata da film e ora non sorprende dunque, che diventi una serie televisiva. La storia del Capitano giallorosso per antonomasia, sarà presto una delle nuove serie di Netflix. La sua carriera tutta trascorsa a e nella Roma, la sua città natale ed il suo amore per la romanità che gli ha fatto rifiutare anche squadre prestigiose all’ estero, sono stati per anni al centro delle cronache. Francesco è da sempre simbolo di grande cuore, talento e popolarità. Lui ha voluto giocare a calcio sin da piccolo e della sua passione ha fatto un lavoro, anche se non lo ha mai scisso dal cuore. Che è nato e rimasto giallo e rosso. Francesco è forse ’ultimo dei romantici di questo sport e così ecco che la sua storia diventa una serie tv. Il titolo della serie, tratta dalla sua biografia ufficiale, si intitolerà proprio  “Un Capitano”. Trapelano anche già i nomi di alcuni degli attori partendo da Pietro Castellitto che vestirà i panni  del campione. Per il ruolo di sua moglie Ilary Blasi invece, si parla al momento di Greta Scarano, mentre i genitori (mamma Fiorella e papà Enzo) saranno interpretati rispettivamente da Monica Guerritore e Giorgio Colangeli. A Gianmarco Tognazzi, il ruolo di uno dei personaggi più controversi nella storia professionale di Totti, quello di Luciano Spalletti. Il tecnico di Certaldo infatti, è stato per il capitano un personaggio non sempre amato. Totti nel romanzo autobiografico racconta delle liti fra i due (specialmente nell’ultimo periodo). Nessuno ha dimenticato poi, le provocazioni reciproche a mezzo stampa. Resta agli annali l’intervista rilasciata dall’ex Capitano romanista al Tg1 nel 2017 in cui si scagliò, nemmeno troppo velatamente, contro l’allora tecnico giallorosso. Un rapporto che tra l’altro non è mai stato effettivamente risolto e che vedremo come verrà trattato nella serie. L’attesa è tanta per vedere ripercorse le tappe di una vita che ha trasformato Totti in una figura calcisticamente immortale al pari di Baggio, Rossi e Del Piero. Capitani e campioni tali, da farne passare in secondo piano i colori. Calciatori entrati di diritto nella leggenda non di una squadra, ma dello sport tutto.

COMMENTI

SEGUICI