Isola dei famosi 2021 al timone ci sarà Belen Rodriguez?

Wolfbreak Ottobre 22, 2020

I concorrenti ufficiali dell'Isola dei Famosi 2017 - Real Paparazzi

L’Isola dei Famosi è sempre stato uno dei programmi più attesi del palinsesto tv. Ma l’edizione 2021 si farà? A quanto pare si  e dovrebbe tornare in onda su canale 5 con tantissime novità. A partire dalla conduttrice. Dopo l’addio di Alessia Marcuzzi, sembrava che il nome per la nuova edizione dell’Isola ci fosse già. La scelta infatti sembrava ricaduta su Ilary Blasi. Nelle ultime ore, però, è spuntato anche il nome di Belen Rodriguez. A lanciare l’indiscrezione,è stato il settimanale Vero Tv che ha raccolto voci nei  corridoi di  Mediaset. Li starebbe circolando proprio il nome di Belen che, all’Isola, ha trovato quella popolarità che le ha permesso poi di dare il via ad una carriera ricca di successi. Insomma pare che come nella più classica delle sfide, sarà una gara a due tra  la bionda Ilary e la bruna Belen. Chi la spunterà? Non mancano comunque indiscrezioni anche su quelli che potrebbero essere i concorrenti. Per il momento non ci sono nomi ufficiali, ma sul web, cominciano a circolare i primi rumors. Uno dei nomi più ricorrenti in questo senso è quello di Pago. Dopo aver partecipato a Temptation Island con l’allora fidanzata Serena Enardu ed essere stato un concorrente del Grande Fratello Vip e di Tale e Quale show 2020, Pago potrebbe continuare le sue partecipazioni televisive diventando un naufrago dell’Isola dei famosi 2021. Il cantante al momento ha detto di non essere a conoscenza di alcuna notizia a riguardo e di non essere stato contattato da nessuno. “Posso però dire che sarebbe una bella avventura“, ha aggiunto, totalmente possibilista all’idea di nuove offerte professionali. Tra mille dubbi, una certezza. L’Isola, dovrebbe cambiare location. A causa della pandemia, la produzione sarebbe infatti intenzionata ad abbandonare l’Honduras registrando la nuova edizione in Europa, precisamente su una piccola isola disabitata delle Azzorre o della Canarie. E perché no? Turismo di prossimità. Al passo con i tempi.

COMMENTI

SEGUICI