Ilaria D’Amico parla della quarantena con Gigi Buffon

Wolfbreak Aprile 27, 2020

Ilaria D’Amico si apre e racconta la sua quarantena con Gigi Buffon. La giornalista e conduttrice ne ha rilasciato in un’intervista a Tuttosport, nella quale ha parlato anche del futuro del portiere della Juventus: “Adesso le prove generali per quando Gigi si ritirerà? Penso che andrò in pensione io, prima che smetta lui…”.

Il coronavirus nello spogliatoio Juve. “Quando abbiamo saputo della positività di Rugani, Matuidi e Dybala al Covid-19 ci siamo spaventati, anche perché Gigi è uno affettuoso, che abbraccia sempre i compagni. Quando si ripartirà dovrà trattenersi e cambiare, ma è bravo a rispettare le regole. Ci siamo un po’ autosuggestionati, ci sentivamo strani, febbricitanti. Fino al risultato dei tamponi, negativi per tutti e due, Gigi è stato in isolamento in camera da letto per proteggere i bambini. Gli allungavo pranzo e cena alla porta e io dormivo in un’altra stanza”.

Gli allenamenti per Buffon continuano. “La Juve ha fatto arrivare a Gigi le attrezzature e ogni giorno lui ha i compiti da fare, non sgarra mai. Ho iniziato anche io ad allenarmi e fare i tornei con lui: dopo sette giorni è scattato un allarme rosso nei miei muscoli. Mi sono bloccata e, parlando coi fisioterapisti di Gigi al telefono, mi hanno detto che è pubalgia”. 

Su Cristiano Ronaldo. “Non lo conosco bene personalmente, lui e Gigi hanno un gran rapporto di stima, era così già prima di ritrovarsi alla Juve. Dopo essersi sfidati tanto in passato, ora sono molto felici di poter giocare insieme. Ronaldo mi ha dato l’idea di aver capito perfettamente dove fosse capitato e di essere un ragazzo molto partecipe delle vicende e della vita di squadra”.

La vita di tutti i giorni.  “Chi fa la spesa? Gigi non ha ancora messo il naso fuori di casa: lui dovrebbe andare col foglietto, io invece guardo tra gli scaffali e trovo l’ispirazione per inventarmi qualcosa di sfizioso da cucinare. Lui è più utile come organizzatore di tornei sportivi, avere un giardino è una grandissima fortuna. Abbiamo acquistato una rete da pallavolo su internet e abbiamo dai due ai tre tornei al giorno: pallavolo e calcio-tennis sono appuntamenti fissi del pomeriggio. A volte c’è anche il torneo della mattina, un calcio-basket che si è inventato Gigi”.

COMMENTI

SEGUICI