Elettra Lamborghini con la sua “Musica” poco “Musica”

Wolfbreak 6 Febbraio, 2020

Chissà se fra gli 800 circa aspiranti concorrenti del Festival di Sanremo, tra big e nuove proposte, qualcuno aveva in bocca una canzone migliore, certo è che il fenomeno social Elettra Lamborghini è tra i primi fra i concorrenti in assoluto.

La canzone che l’artista con il cognome rombante, e non solo, porta in gara si chiama “Musica” e l’esibizione canora di Elettra offerta ieri sera sul palco dell’Ariston ha tutto tranne che qualcosa di collegato alla musica, specialmente targata Sanremo.

Supersexy (con qualche trasparenza) in una tuta fasciante argentata con pantaloni ricoperti di rouches, sul finale del suo pezzo provoca inscenando perfino un (mini) twerk, quel movimento che agita i fianchi e il sedere. Niente ovviamente in confronto al pem-pem cui ha abituato i fan ma per il palco del Festival è già molto.

Elettra è discendente di una dinastia importante in questo paese e non solo, visto che il suo cognome è conosciuto in tutto il mondo. Di fatto non è possibile considerarla una ereditiera dal momento che la casa automobilistica appartiene al gruppo

. Anche il suo nome è chiaramente rievocativo.

«Sì, mio nonno è Ferruccio Lamborghini, fondatore della omonima casa automobilistica. Per questo i miei genitori mi hanno chiamata Elettra Miura: a me e i miei fratelli hanno dato dei nomi delle macchine».

In amore è legata al deejay e produttore musicale Afrojack con cui è fidanzata e inseparabile dal 2018 tanto che a breve convoleranno all’altare.

L’annuncio di quel matrimonio, affidato nel dicembre scorso ai social, fu dolcissimo.

Il mio migliore amico mi ha chiesto di sposarlo due giorni fa. Lui è la persona più dolce e amorevole che abbia mai incontrato nella mia vita, e l’unico uomo che io possa davvero chiamare uomo. Ogni giorno penso a quanto sia fortunata ad aver incontrato qualcuno che ha un cuore così grande, e lui crede ancora nella famiglia come me. Le persone dicono: ‘Quando è la persona giusta lo senti’. Io lo sento sin dall’inizio, e sarà per tutta la vita.

Auguri!

 

COMMENTI

SEGUICI