Del Piero a Totti: “mi hai fatto rosicare come un matto…”

Wolfbreak 25 Aprile, 2020

In questo periodo di quarantena obbligatoria causata dal flagello del coronavirus sono molti gli sportivi che si stanno ritrovando a distanza sui social, alietando così il tempo di molti appassionati e tifosi, sostituendo per una volta il mezzo della TV fino a poco tempo fa unico strumento incontrastato di massa per la fruizione dei contenuti audiovisivi live. E così molti volti noti chiacchierano attraverso le famigerate dirette Instagram, ricordando aneddoti del passato e riportandoci alla memoria fatti divertenti e iconici che magari avevamo sepolto nella nostra memoria.

Fra questi, Alessandro Del Piero e Francesco Totti campioni indiscutibili del recente passato che hanno improvvisato una lunga chiacchierata in diretta Instagram deliziando i loro fans: “Mi hai fatto rosicare come un matto quando hai fatto il gesto delle 4 pappine” ha ammesso l’ex capitano della Juventus, ricordando la gara dell’8 febbraio 2004, vinta 4-0 dalla Roma di Fabio Capello.”Ma non l’ho fatto a te, non mi sarei mai permesso – risponde Totti – l’ho fatta a Tudor perchè mi ha dato una gomitata al braccio che mi veniva da piangere. Poi quando ci siamo rincrociati mi è venuto il gesto…Lippi negli spogliatoi mi aveva fermato, aveva rosicato e mi diceva ‘questi gesti non si fanno’. Per una volta che avevamo vinto”.

Sulle scelte fatte Del Piero si dice sereno: “Ripartirei da zero. Prendi le decisioni in quel momento, già il giorno dopo è diverso. Non puoi dire ‘ho fatto bene, ho sbagliato’. L’importante, come sempre l’ho vissuta, è prendere le decisioni con il cuore e poi anche con la testa. Anche io ti dico, a distanza di cinque anni, avresti fatto quella roba lì? No, ma con la testa di una volta erano quelle le decisioni. Rivivrei tutto da zero”.

A ciascuno manca il Pallone d’oro: “Pensa, quello lo ha vinto Cannavaro, incredibile. Da lì è cominciato l’inizio della fine“, hanno scherzato. E Del Piero provoca l’amico: “Neanche tu l’hai vinto quindi sto tranquillo”. L’ex stella della Juve, che risiede negli Stati Uniti, esprime delle perplessita circa l’approccio del presidente Trump contro il Coronavirus: “Quando vedi cosa sta succedendo negli altri Paesi, teoricamente dovresti essere anche un po’ avvantaggiato e capire già come partire. L’incubo lo hanno vissuto a New York, qui a Los Angeles la situazione è migliore“. Entrambi poi, ricordano Fabio Capello che è stato loro allenatore : “Quando ha sostituito me abbiamo vinto lo scudetto con voi, 2-2 a Torino – le parole di Totti riferite al 2001 – avete segnato tu e Zidane. Che tempi”. “Capello ci ha messi in panchina tutt’e due. In realtà ci ha sostituiti, non eravamo abituati”, replica Del Piero.

 

COMMENTI

SEGUICI