Il Commissario Montalbano “sfreccia” sulla moto della polizia con la figlia

Wolfbreak 13 Marzo, 2017

Luca Zingaretti, assieme alla moglie Luisa Ranieri e ai figli, si gode la giornata in loro compagnia in uno dei parchi più frequentati di Milano, Parco Sempione. Si tratta del fatidico giorno in cui Zingaretti, preso da un raptus di follia, si è scagliato contro i paparazzi che secondo lui stavano spaventando la figlia (video qui).

Oggi però vi mostriamo il lato che il Commissario Montalbano, mostra normalmente in famiglia; un lato che non contempla cariche da centauro contro i fotografi, che non prevede urla, bestemmie e capocciate. Nel video possiamo vederlo mentre accompagna la figlia in una “folle corsa” sulla moto della polizia, nel circuito delle macchinine elettriche. Un padre amorevole, e umano, caratteristiche che secondo lo sceneggiatore Francesco Bruni, sono la chiave del successo del Commissario Montalbano.

La fiction ha ripreso la sua messa in onda sulla Rai da qualche settimana, e già con la prima puntata si è portata a casa un record di ascolti da brividi. Undici milioni di spettatori in totale: è questo lo straordinario risultato raggiunto da Il commissario Montalbano con la messa in onda della scorsa puntata.

Dunque per Andrea Camilleri, ideatore del personaggio e delle storie del poliziotto siciliano, è tempo di festeggiare e di godersi il record assoluto di pubblico per un telefilm Rai. Repubblica, infatti, racconta che è stato fatto un brindisi in sede Rai, dove Camilleri ha incontrato i dirigenti della tv di Stato.

La sorpresa di questo straordinario successo la condivido con tutti i telespettatori. Voglio dire che se il Montalbano letterario, come ho spiegato già diverse volte, tende ad avere una sua autonomia, che io cerco di arginare, di controllare, di riportare alle mie scelte letterarie, quello televisivo addirittura vive veramente una sua vita propria che in qualche modo è creata dagli spettatori stessi. Sono stati loro infatti, in tutti questi anni a rendere questo personaggio qualcosa che in fondo in fondo li rappresenta tutti. Ci tengo, quindi, ancora una volta, a dire grazie a tutto il pubblico“.

COMMENTI

SEGUICI