Chiara Ferragni aderisce al movimento #FreeBritney.

Wolfbreak 15 Luglio, 2020

E’ uno degli Hashtag più in voga del momento #FreeBritney. Liberate Britney Spears…L’ icona pop degli anni 2000, nonché stella indimenticata del Mickey Mouse Club è tornata alla ribalta  nelle ultime ore soprattutto sui social, anche se purtroppo  non per  il lancio di una nuova hit o di un tour mondiale. #FreeBritney riguarda ancora una volta le condizioni in cui vivrebbe la cantante 38enne. Secondo i social, Britney Spears sarebbe  in buona sostanza  “prigioniera” del padre, sotto la cui tutela è stata messa  un anno fa  e senza  il benestare  del quale, Britney non potrebbe nemmeno  teoricamente andare a fare una passeggiata. Non solo, Britney non avrebbe  nessuno diritto neppure sui soldi che guadagna né potrebbe usare i social senza essere monitorata. E i guai non arriverebbero solo dal ‘padre padrone’. La sua casa discografica infatti, avrebbe modificato il suo timbro di voce perché troppo simile a quella della collega e rivale Christina Aguilera. La sua non è mai stata una vita facile bisogna riconoscerlo. Una carriera pilotata fino al 2007, anno della sua  prima crisi di nervi (con tanto di foto pubblicate  con la testa rasata). Sarebbe stato proprio in quel momento delicato che  Jamie Spears, il padre, avrebbe chiesto di diventare tutore legale della figlia e di occuparsene in prima persona. Di lei e  quel che più conterebbe, del suo patrimonio, come se, in pratica, la ragazza fosse incapace di intendere e di volere. Dopo soli due mesi di ricovero però, Britney ha  ripreso la sua carriera tra comparsate tv, singolo e video Womanizer, dischi e tour mondiali oltre al ruolo di giudice di X-Factor. Tanti impegni sembrerebbe,  per qualcuno con problemi mentali, no? Per questo i suoi fans ancora una volta stanno  cercando di sollevare il problema, lanciando una  mobilitazione a livello globale. Secondo gli adepti del #FreeBritney niente di ciò che la cantante pubblica sui social è veramente spontaneo: tutto è “comandato” da padre e avvocati, a maggior ragione dunque, le smentite che Britney avrebbe pubblicato sui social a questo riguardo…Dalla sua parte si sono schierati influencer anche italiani come Chiara Ferragni e Tommaso Zorzi, mentre si stanno facendo avanti  le prime testimonianze di persone che avrebbero lavorato con lei e confermerebbero la versione social.

COMMENTI

SEGUICI