Gigi Hadid, la modella da 30 milioni di followers: “Devo tutto alla mamma”

Wolfbreak 1 Marzo, 2017

La regina di Instagram, top model statunitense dichiara: “mai pensato che i social media da soli possano costruire una carriera. La gente può dire quello che vuole, usare i social media contro di noi modelle, ma la verità è che non sono poche le modelle di famiglia agiata e dai molti follower. Però tante durano un mese poi spariscono. Perché? Perché lavorare con loro non è bello, fanno i capricci”.

Così si distingue la bellissima e ricercatissima Gigi Hadid, duro lavoro e i consigli di mamma a guidarla sulla strada del successo. “Se non sei la ragazza che lavora più duramente di tutte ce ne sarà sicuramente una più bella di te, una che lavora più duramente”, le ha sempre detto mamma Yolanda. “Uno dei tantissimi motivi che ho per ringraziarla è che sono arrivata in questo mondo senza illusioni: mi ha spiegato tutto lei, in partenza, per prepararmi. Mi ha raccontato dei casting a Londra in certi scantinati orrendi e umidi, delle altre modelle che ti tagliano la coda per dispetto la notte prima della sfilata, tutto. Quando le top model anni Novanta dicono che noi, oggi, non siamo come loro dicono una cosa vera ma siamo nate in tempi diversi, lavoriamo duramente anche noi, in modi diversi. Io faccio parte del gruppo di modelle che hanno cominciato questo fenomeno, le prime a comunicare via social media, ma ci sono arrivata con la mia mentalità, o meglio: con la mentalità che mi ha trasferito mia mamma”

Alla mamma Yolanda Gigi Hadid deve anche l’origine del suo soprannome, Gigi (alla nascita si chiamava Jelena). “In terza elementare c’era una Helena e io mi chiamo Jelena, la maestra chiese alla mamma se avessi un soprannome: lei a volte mi chiamava Gigi, che è il nomignolo con cui mia nonna chiamava lei”.

COMMENTI

SEGUICI